Nonostante la crisi economica globale determinata dalla pandemia da Covid-19, i mercati di Cina e Sudest asiatico hanno resistito e reagito registrando tassi di crescita economica senza eguali. Si tratta di una regione che offre opportunità imprescindibili per le aziende italiane, non a caso Cina e Paesi ASEAN rappresentano le destinazioni extra UE di maggior crescita per l’export italiano (+47% e +41%, marzo 2021). Vietnam e Cina hanno chiuso il 2020 addirittura in positivo (+2,9% e +2,3% del PIL) e la ripresa nel 2021 sarà trainata oltre che da questi due mercati (+6,7% e 6% rispettivamente) anche da Malaysia (+6,7%), Singapore (+5%), Indonesia e Filippine (+4,5%) e Thailandia (+3%).

Con un sistema commerciale intraregionale estremamente connesso si consolida l’Asia orientale come hub manifatturiero e commerciale del ventunesimo secolo, anche attraverso accordi commerciali come la Regional Coomprehensive Economic Partnership (RCEP) siglata a novembre 2020 (scarica l’approfondimento per il Parlamento del Presidente del TOAsia Export Training).